E se fosse vero?

E se fosse vero ciò che dice Gaspare Spatuzza? Se fosse vero che Silvio Berlusconi ha concordato la sua discesa in campo con i fratelli Graviano? Se fosse vera una, anche minima, connessione fra un Presidente del Consiglio e delle stragi che hanno provocato 5 morti? Se fosse vero che noi siciliani non avevamo alcuna chance di riscatto? Perché qualsiasi azione di contrasto, discesa in piazza, seminario antimafia, coinvolgimento delle scuole, riappropriazione delle terre, pubblicazione, associazione, era destinata ad essere combattuta dentro le istituzioni?

La maggioranza dei giornali nazionali oggi parlano di cautela, di affermazioni che discreditano l’Italia, di notizie bomba che solo se confermate aprirebbero scenari inquietanti. E tanto inquietanti sono questi scenari che non si nominano neanche, non si vuole vedere il probabile orrore che una nazione ha avuto sulle sue spalle, ciò che le ha impedito di crescere e prosperare, di istruire bene i propri figli, garantire loro un futuro e farli diventare la classe dirigente di domani. Se, se, se! Mettiamoli ovunque questi se, fino a che non ci saranno delle conferme, ma analizziamoli piuttosto che respingerli, per voluta ignoranza. Perché se i se diventeranno si, vorrà dire che qualcuno ci ha rubato il futuro, la crescita, la democrazia, la speranza.

Commenti

6 comments on “E se fosse vero?”
  1. federico ha detto:

    …e sopratutto andiamoci a rileggere almeno le parti finali della sentenza di primo grado che ha visto condannato il senatore dell’utri per concorso esterno in associazione mafiosa… in quella sentenza di 1700 pagine quel che dice oggi spatuzza è già stato ampiamente dibatutto, documentato e confermato da altri pentiti e da riscontri oggettivi, peccato che in italia sembra che le sentenze non le legga proprio nessuno…

    "Mi piace"

  2. Purtroppo in Italia il voler conoscere la verità viene inteso come un atto eversivo.

    "Mi piace"

  3. federico ha detto:

    Certo, sarebbe bello conoscere al verità, ma oggi la cosa più interessante a me sembra, a prescindere dai coinvolgimenti veri o presunti, perché mai la criminalità organizzata – per stessa ammissione del senatore dell’utri – voglia far fuori berlusconi e tutta la sua banda.

    "Mi piace"

  4. La mafia in genere abbandona i politici di riferimento (e li attacca) per due ragioni: perché non hanno mantenuto delle promesse pattuite o perché stanno perdendo potere.

    "Mi piace"

  5. federico ha detto:

    …o perché hanno trovato di meglio….

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.